Il pagellone di stagione

Marini 9: para il parabile, a volte l’imparabile, contribuendo in modo decisivo alla conquista della quarta piazza. Col passare dei mesi si riscopre punta, oscurando una colonna come Kerniqi. Da rivedere il tiro in porta, spesso più simile alla contraerea irachena durante la Guerra del Golfo nel ‘91. Ma dalla stessa efficacia: almeno 17 difensori avversari abbattuti in 36 minuti giocati lontano dalla porta. SADDAM.

Lauro 7: gioca le ultime partite e si fa trovare pronto. Per il match interno col Barcaccia sfodera una maglia sponsorizzata Bar Sport, dal color “sboccodoposbronzadilambrusco”, e di 7 taglie superiori la sua: le spalle gli arrivano praticamente ai gomiti. Gli avanti avversari, dopo le due reti iniziali, dalla paura nemmeno provano ad avvicinarsi all’area. Comunque sempre meglio della divisa dell’ultimo allenamento: scarpe ‘rubate’ a uno dei ragazzi del Santos che allena, casacca alla ‘Disco Inferno’ appena sopra l’ombelico e pantaloncino ascellare. VAAAAAMOOSSSSS!!

Zannini 7,5: a giugno il Ctr lo premierà come migliore procacciatore d’affari per la stagione 2013-14: sono merito suo le 346 lastre tibio-perone-femorali, le 74 risonanze magnetiche e le 35 Tac effettuate agli avanti avversari che francobolla. Incasso totale per il centro medico: 17.450 euro. Melli e lo staff ringraziano. Una sera, durante la pausa invernale, è stato visto al Lord Byron a Cavriago: annoiato dall’inattività calcistica, ha piantato due pannetti a Morandi mentre gli serviva un hamburger. INFATICABILE.

Gualtieri 7: dice di aver affinato i piedi. Nel corso della stagione ha modo di dimostrarlo in più di una circostanza…saliiiiii. Dalle sue parti, però, di solito non si passa. THE WALL

De Vietro 6,5: una stagione sugli scudi, un futuro in Sudamerica. Da settembre 2014 giocherà infatti nel Ferro Carril Oeste. Il presidente del club argentino l’ha presentato come “el hombre del renvio”…NENNEANCORALOINSULTA

Vezzani 7,5: è una certezza e nella stagione si fa sempre trovare pronto. Qualche dubbio sul suo repertorio di finte, inversamente proporzionale alle scuse per le assenze agli allenamenti: “Mister non ci sono, ho una riunione di condominio” quella che resterà negli annali. Peccato viva in una villetta singola. Mezzo voto in più per la calzamaglia. SPIDERVEZZO

Ferrari 7: la diagonale difensiva è il suo forte. Ma quando attacca vola come il FrecciaRossa. BABYDIBELLESPERANZE

Montecchi 7: il ragazzotto catapultato dalla Juniores alla Prima squadra si fa sempre trovare pronto e gioca senza timore. Con lo Sporting, in area, scambia il malleolo di un avversario per il pallone e ci picchia come se non ci fosse un domani. La pulizia del suo calcio lascia a bocca aperta, soprattutto quando non calcia il pallone. FUTURO.

Saccani 7: dopo essere diventato commercialista, è a caccia di Oscar e si autovota nella classifica di calcioreggiano.com per risultare uno dei centrocampisti più forti in circolazione. Ma nessuno ci casca. L’unico Oscar 2014 che si aggiudica è quello dei gol più incredibili del campionato: legnata da 87 metri di controbalzo all’incrocio e tuffo di testa alla Bierhoff nel derby. INPS

Gabbi 7: a causa dei 438 gialli rimediati nel corso della stagione è stato condannato ai lavori socialmente utili presso la clinica Onlus Sacra Famiglia di Cesano Boscone assieme al Cavaliere (ex). LUIPERILLEGNALEGNA

Fornaciari 7: gioca in tutti ruoli. Difensore, centrocampista, davanti la difesa, dietro le punte, in attacco. Sa fare tutto. Tranne che gol. Quelli li fa solo in allenamento. Ma sempre con uno stile pazzesco. COSANONSIFAPERNONFARSILABARBA

Bagalà 7: corre sulla fascia e si strappa un muscolo della gamba. Si leva la maglia e si stira il tricipite del braccio. Apre la portiera dell’auto e si lussa una spalla. Ben informati assicurano soffra pure di artrosi. Un 93enne. Peccato ne abbia poco più di 20. Passa più tempo in infermeria che in campo. L’anno prossimo affiancherà Paolo Brosio nella conduzione di “In viaggio verso Medjugorje” su Rete 4: puntate in onda il lunedì in seconda serata. SERVEUNMIRACOLO

Cassinadri 6,5: poche apparizioni (tanto per restare sul mistico) e pure un gol. Solo che se ne stava comodamente seduto in panchina. Vi sembra poco? SANTOSUBITO

Piermattei 8: super stagione per il ragazzo dal pantalone ascellare, tra i migliori gialloblu. Al padre, invece, il premio ‘Ultraspiùpesodell’anno’ per uno degli improperi più estrosi mai detti a una giacchetta nera: “Arbitro, sei un tamagotchi”. La consegna del riconoscimento sarà effettuata direttamente dal presidente dell’Aia Marcello Nicchi. FUTURAMA

Demaio 6,5: se in campo l’anno scorso faceva una puzza, la palla inspiegabilmente si infilava all’incrocio (se si toglieva la terra dai tacchetti, poi, sicuro erano almeno due). Quest’anno segna solo quando non ci sono le pagelle: due partite, nove gol. Per la gioia del padre. “MIIIIIICHEEEELEEEEEE”

Vergnani 7,5: spesso è incontenibile e i pasqualebruno avversari di turno lo randellano più dei tamburi delle contrade a Quattro Castella durante le feste medievali. Sforna assist e fa impazzire le retroguardie avversarie, saltando tutti. L’unico difetto? I gol. Quattro. CORAZZA…

Kerniqi 5,5: si presenta alla cena di fine anno sorridente e carico a mille per la bellissima rimpatriata assieme agli ex compagni di squadra. Ma inizia subito a storcere il naso: a menù non c’è la pizza ai quattro formaggi e la cosa lo altera parecchio. Quando poi il cameriere lo serve per tredicesimo, si incazza come chisà, lascia la borsa al pizzaiolo e se ne va.: “Io devo essere sempre negli undici di partenza, capito?” TITOLARE_SEMPRE

Mister Venturi 7: all’inizio è più presente di un secchione a scuola. Sempre in prima fila, sempre preparatissimo in ogni materia. Nella seconda parte della stagione invece, a causa del lavoro, si vede ad allenamento tanto quanto un ragazzo del catechismo a Messa dopo la Cresima. Lo staff di ‘Chi l’ha visto’ è sulle sue tracce. MISSING

Il vice Giampietri 6: non si se sia lui ad allenare i portieri o loro ad allenare lui. Dice solo cose serie…, alla squadra è utile come queste pagelle. DA_RIVEDERE

L’accompagnatore ufficiale Paterlini 7,5: l’anno 2014 è quello della consacrazione definitiva. Ha finalmente capito che le sostituzioni vanno fatte a gioco fermo. Ma prima era giustificato, era inesperto. E pensare che ha iniziato quando l’Albinea si presentava in campo col modulo W-M… NEW_DEAL

 

 

Ciao ragazzi,

con questa il discorso pagelle è davvero concluso. Grazie mille per la bellissima stagione vissuta insieme. Mi sono divertito, sono stati dieci mesi fantastici. Grazie ancora. A tutti voi. Un saluto e un gigantesco in bocca al lupo per il futuro. Robby

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...