Albinea-Boca, le pagelle

Immagine

 

Marini 6: sente il carnevale e si presenta tra i pali vestito come il dottor Balanzone (foto sopra): tutto nero, calze bianche, scarpa nera. La presa è quella di Spider-Man, l’agilità quella di Batman. Come al solito, le prende tutte. MASCHERATO.

Vezzani 6: pronti via e sembra Italo. Poi l’età e i pochi allenamenti dell’ultimo periodo si fanno sentire. A metà primo tempo diventa un Regionale Veloce: ferma solo nelle città principali. A inizio ripresa è un Regionale di quelli che fanno sosta anche dove non c’è un paese, ma quattro case e la stazione. Finisce che sembra la Reggio-Ciano con fermate a Reggio Emilia Santo Stefano, Codemondo, Cavriago, Barco, Fossa, Bibbiano, Bibbiano via Monti, Corniano, Piazzola, San Polo, Ciano via Tedaldo, Ciano. FRECCIAROSSA. Poi CROCE ROSSA.

Ferrari 5,5: si ricorda, complice il colpo alla testa subito, di avere il destro al minuto 84. Ma ormai è tardi. SMEMORATO.

Zannini 6: picchia che sembra il tamburo della banda di Albinea. A fine partita francobolla il 10 avversario pure nel parcheggio e l’arbitro lo richiama: “Zannini guardi che il match è finito 20 minuti fa. Può alleggerire la marcatura, adesso”. Dalle sue parti non si passa. INSUPERABILE.

De Vietro 6: stavolta cambia angolo e Nenne è disorientato. A fine primo tempo, infatti, non ha calciato neppure una biglia al vecchio ‘Poggio’. In compenso, con rilanci ‘educati’, ha tramortito quattro spettatori in tribuna, tra cui due under 12 e un cane. GEOMETRICO.

Gabbi 7: nel primo tempo sembra un centrocampista del calciobalilla. Piedi spigolosi e zero sganciamenti. Nella ripresa è una furia. A un certo punto, stanco di distribuire legnate, se la prende con la palla e, con un destro partito due fusi orari indietro, spolvera l’incrocio. DOTTOR JEKYLL E MISTER HYDE.

Saccani 7,5: dopo quello di Balotelli, il suo entra di diritto nella classifica dei gol della domenica. Un giorno spiegherà come gli sia uscito un destro così. Intanto, da ieri, dopo stagioni trascorse a sgobbare, ha finalmente qualcosa da raccontare ai nipoti. FUTURISTA. (dal 18’ st Piermattei 6: con la palla tra i piedi fa quello che vuole. Solo che non la tocca mai. GHOST)

Fornaciari 6: litiga col 4, con l’8, col 10, con l’11, col 6, col 9, col 2, col 3, col 5, col 7 avversari. E tutti se ne vanno in silenzio intimoriti dalle maniche arrotolate, dalla barba da muezzin e dai bicipiti in mostra. SERENO.

Bagalà 5,5: ha un conto aperto col portiere avversario e prova a eliminarlo con un tiro dagli undici metri che viaggia ai 140 orari. Ma il numero uno del Boca, nel proteggersi, riesce a deviare. Dopo va al Santa Maria per le lastre di rito. V per VENDETTA.

Vergnani 5,5: meno brillante del solito. Salta il suo dirimpettaio in un fazzoletto solo 417 volte in 90 minuti. SOTTOMEDIA.

De Maio 5,5: ottimo l’esordio in prima squadra con la casacca del Genoa. Entra e la Gilarda pareggia immediatamente. “Giovane di belle speranze”: così lo bollano i principali quotidiani sportivi nazionali. Si incazza come una furia quando un compagno gli sottolinea che aveva giocato l’under 5,5 mentre Genoa-Udinese è finita 3-3. Si riprende un po’ mentre, scrutando una delle schedine, si accorge che aveva puntato un cento su Kerniqi in fuga dalla panchina albinetana dopo l’esclusione del mister. Lo davano a 1,01. BET and WIN. (Dal 29’ st Osei sv: all’ingresso in campo, in tribuna, c’è chi si domanda se abbia litigato col barbiere. E lui, colpito nell’orgoglio, snocciola una prestazione maiuscola: tre lisci, due svirgolate, un’apertura che lancia l’incontenibile Remo sulla fascia e un destro nel parcheggio di Lusoli. DECISIVO).

Kerniqi sv: accetta serenamente l’esclusione dall’undici titolare. In serata presenta all’Ifab la richiesta di una deroga prontamente accettata: dal derby col Bellarosa, l’Albinea potrà giocare sempre in 12, con le cheerleaders a bordo campo che gridano ‘Forza Gino, forza Gino, uè uè’ e due palloni sul terreno di gioco. Uno solo per lui. VIP.

Gianni Nasi 8,5: sprona i suoi ragazzi come solo lui sa fare. Dispensa ‘lemiaboun’ all’incredibile media di uno ogni 1,3 secondi di gara. Ne ha anche per i tifosi del Boca: “Direttore non è da giallo? Poi, è vero, non sono un arbitro” domanda un barchese. E lui, senza fare una piega, e con la paglia ben salda tra le labbra: “Alora tes, imbambi”. MOTIVATORE. 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...