Polenta e Osei. Un po’ di pagelle del derbyssimo…

Immagine

Marini 6: la Borzanese non lo impegna più di tanto. E lui, per non stare troppo fermo, si tuffa senza motivo pensando al rigore neutralizzato a Balotelli quando faceva l’allievo. INDOMABILE.

Vezzani 6: macina chilometri lungo la fascia. Poi Spider Man si incazza e lo immobilizza con le sue ragnatele perché gli ha fregato la calzamaglia… ANIMATO.

Ferrari 6: parte che sembra la Tav. Un paio d’entrate da derby di una volta lo trasformano nella Reggio-Ciano. LITTORINA.

Saccani 6: il geometra del centrocampo. Ma lui è ragioniere…DIPLOMATICO.

Zannini 6,5: è teso per il big match dal 25 di marzo. Entra e imposta come faceva il fratello. Telecomanda palloni: Nenne, stizzito, li va più volte a raccogliere in direzione Bellarosa. GENETICO.

Gualtieri 7: la solita sicurezza. MURO.

Piermattei 7: rischia di strangolarsi con le braghette della divisa decisamente a vita bassa. Ma fa impazzire il proprio dirimpettaio. ESTROSO (dal 18′ st Bagalà 6: l’uomo in calzamaglia è una sicurezza)

Gabbi 7: entra subito in clima derby. Sradica palloni e pure qualche caviglia. DECISO (dal 30′ st Fornaciari 6: manica arrotolata, barba incolta, arriva al Poggio direttamente da ‘Uomini e donne’. FASHION).

Kerniqi (anzi, Kerni…qui – Guido docet – o Kermichi – noto quotidiano locale) 6,5: passa il primo tempo a cercare di capire se quello che lo speaker ha annunciato in formazione sia proprio lui. Manda in bambola la difesa con una finta che fa cascare dalla sedia pure due spettatori. PIMPANTE.

Vergnani 7: scambia gli avversari per i cinesini e li salta tutti. GIOCOSO.

Osei 8: con la polenta è super. Pure con la Borzanese. Due gol e tanti saluti a tutti. DECISIVO (dal 28′ st De Maio sv: l’arbitro lo scambia per la bandierina. E lui, senza dare nell’occhio, si esercita nella sua specialità: il tiro col tacco mancino da 48 metri. Il papà la prende bene e si fuma 148 paglie. PROMESSA).

Cassinadri 7: reduce da un infortunio, si accomoda in panchina per tutti e 90 i minuti; ma, per un noto quotidiano locale, è lui a siglare la rete dell’1-0. Come Padre Pio, UBIQUO.

Guido Nasi 8,5: “La Polisportiva Albinea” ringrazia. “Kerni…qui” e “Morotta” completano una lettura di formazioni degna del miglior torneo dei Bar di una volta. Segue e incita i suoi ragazzi dalla fascia, macinando chilometri come faceva Di Livio. “DAAAAAAAAAAAIIIIIIIIIIIIIIII, GRRRRRRIIIIIIIIIINNNNNNNNNNNNNTTTTTTTTTTTTTAAAAAAAAAAAAAAAAAA”. Esce ringraziandoli uno ad uno. Dalla gioia calcia un pallone all’interno dei sedici metri. Il nipotino lo va a raccogliere e lui, con voce soave, non lo risparmia: “FOOOORA DAAAAAA L’AREEEEEEEEEAAAAAAAAAAAA!!!!”.

Chico Prati sv: ritrova da avversario il campo che l’ha visto crescere. E lui, per non perdere l’abitudine, fa riscaldamento sparando quattro siluri mancini nel parcheggio di Lusoli, stabilendo anche il nuovo record di gittata per un pallone ‘Molten’: 446,34 metri. NOSTALGICO.

Pubblico 8: scarso all’inizio, riempie gli spalti subito dopo il fischio d’inizio. La tensione si tocca con mano, alla messa di Papa Francesco c’è più nervosismo. Metà della gente, al 4′ del primo tempo, è già al bar davanti al camino a gustarsi un ‘Borghetti’. INFREDDOLITI.

Parapendio 10 e lode: in tre a sorvolare il Poggio. Cosa non si fa per non pagare… PORTOGHESI.

 

 

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...