Albinews, lo sguardo vigile sulla pedecollina

Immagine

Ta-ta-ta-ta-ta-ta-taaaa-taaaaaaa (se ho fatto bene i conti con le a dovrebbe essere la sigla del Tg1. Insomma, più o meno)…

Buon pomeriggio gentili cybernauti e benvenuti al consueto appuntamento con Albinews: notizie, inchieste e scoop (più o meno serie) dal territorio pedecollinare.

 

– CRONACA. Attimi di paura alcune sere fa alla Neruda: le sirene dell’allarme antincendio hanno immediatamente fatto scattare i mezzi di soccorso. La tensione è subito scemata appena i soccorritori sono riusciti a entrare nei locali. Un 74enne aveva infatti acceso un barbecue e, alle domande degli uomini intervenuti sul posto, così ha risposto: “M’han det che chè, d’solit, ghe piò casein che al perc ed Rounchel. Achse, dman, meinter chi ragas a stodien, mè e i me amigh fom na partida al boci e magnom quel”. La situazione è poi fortunatamente ritornata alla normalità.

 

– RELIGIONE E SOLIDARIETA’. Nel corso dell’omelia domenicale il parroco albinetano ha raccontato di aver accolto a casa Betania, la sera precedente, una mamma e i suoi due piccoli bambini presentatisi alla porta: erano affamati, in cerca di aiuto e di un posto dove poter dormire. Immediata la reazione sui monti borzanesi: “Da noi certe cose non succedono, che siano forse atterrati i marziani? Poveri? Mah…”.

 

– CRONACA. Un’altra news giunge ancora da Borzano. Alcuni amanti del trekking e del cicloturismo pare si siano lamentati per la polvere sollevata dalla lunga fila di “utilitarie” dirette al posto mistico. La soluzione è stata immediatamente trovata con una modifica al codice della strada. Da martedì 13 agosto, infatti, sulla via che conduce ai colli borzanesi – si legge negli atti – “sarà vietata la circolazione, a piedi, in bicicletta o in auto, a tutti i cittadini con un reddito inferiore a 480mila euro. Nel contempo sarà operativo un posto di blocco per il controllo delle dichiarazioni 730 all’incrocio tra via Franchetti, via Luca da Reggio e via Chierici”.

 

– ECONOMIA. A una settimana dall’apertura, è boom per il negozio che commercia lenzuola forate. Il titolare, Felice Procreo, racconta: “Le vendite vanno a ruba. Qualcuno, soprattutto tra i meno giovani, la scambia per la versione aggiornata del sacchetto in testa”. Ma non è mancata pure qualche polemica. Una donna di mezza età, con una camminata tutta strana, si è presentata al negozio per protestare e ottenere il rimborso: “Il lenzuolo che mi ha venduto è difettoso” ha reclamato la donna. “Signora, scusi, non è che per caso l’ha indossato al rovescio?”. Mistero. 

 

– CRONACA. Questa è seria per davvero. E’ stato siglato un accordo tra Comune e Casa Circondariale di Reggio: tre detenuti della struttura di via Settembrini collaboreranno nella manutenzione e nel riordino del verde pubblico. Una bella iniziativa.

 

– SPORT. Continua la favola dei ragazzi di mister Bonvi al Montagna: domenica si giocheranno la finalissima. In bocca al lupo.

– SERVIZI SOCIALI. Per finanziare la nuova struttura di Casa Cervi saranno noleggiati anziani per il controllo in auto delle giovani coppie. 

 

Albinews termina qui. A risentirci alla prossima edizione.

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...